Farinata di oneglia

Farinata di oneglia

Pasta e trofie

Ingredienti:

farina di ceci 250g

Grossa cipolla rossa 1

Bicchiere di olio extravergine di oliva 100% italiano “carta argento”

Sale q.b.

Preparazione:

Formate una pastella amalgamando la farina di ceci con l’acqua e lascai tela riposare almeno 4 ore, dopo averla ben lavorata con la frusta affinché non si formino grumi.

Trascorso il tempo di riposo della pastella mettete l’olio extravergine di oliva 100% italiano Alberti nella teglia di rame bassa e rotonda tipica della farinata e versatevi sopra il composto.

Cospargete il tutto con la cipolla finemente tritata e tagliatela ad anelli sottilissimi.

Preriscaldate il forno a 200°, mettetevi la teglia e lasciatela cuocere una ventina di minuti o almeno fino a quando vedrete che in superficie si è formata una crosticina dorata.

Prima di servire cospargete con il sale.

Curiosità:

La farinata e un piatto tipico ligure che assume il nome nel dialetto locale di Fainà.

Una leggenda racconta che sia nata per caso nel 1284, quando Genova sconfisse Pisa nella battaglia della Meloria. Le galee genovesi, cariche di vogatori prigionieri, si trovarono coinvolte in una tempesta. Nel trambusto alcuni barilotti d’olio e dei sacchi di ceci si rovesciarono, inzuppandosi di acqua salata.

Poiché le provviste erano quelle che erano e non c’era molto da scegliere, si recuperò il possibile e ai marinai vennero date scodelle di una purea informe di ceci e olio. Alcuni marinai rifiutarono la poltiglia lasciandola al sole, che asciugò il composto in una specie di frittella. Il giorno dopo, spinti dai morsi della fame, i marinai mangiarono il preparato scoprendone la prelibatezza.

Rientrati a terra i genovesi pensarono di migliorare la scoperta improvvisata, cuocendo la purea in forno. Il risultato piacque e, per scherno agli sconfitti, venne chiamato “l’oro di Pisa”.

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

ASSISTENZA

La tua opinione è importante, facci sapere cosa pensi di noi. Avrai la possibilità di indirizzare le tue osservazioni direttamente alla persona che ritieni di competenza all’interno di Alberti. Saremo pronti a rispondere ad ogni tua esigenza.

Sending

©2017 ALBERTI Choose the quality

o

Log in with your credentials

Forgot your details?